Il Provolone Valpadana riparte alla conquista dell’Australia

100

Prende il via il progetto OPQ, The Original Profiles of Quality, che si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare il Provolone Valpadana Dop in Australia. Il Paese era già stato al centro di un programma triennale di promozione che il consorzio ha appena terminato. Lo slogan del nuovo progetto intende sottolineare l’autenticità, la sicurezza e la tracciabilità del prodotto, raccontando le sue unicità. Cofinanziata dall’Unione europea, l’iniziativa è mirata ai professionisti del settore horeca, i media e i consumatori.

Perimetro e attività

L’import in Australia di formaggi e derivati genera un giro d’affari di circa 80,5 milioni di dollari (dati: Assocamerestero).

In Australia, sempre secondo Assocamerestero, stanno crescendo interesse e attenzione a ciò che si consuma e si acquista, grazie a una maggiore consapevolezza sia verso prodotti biologici e più salutari che verso la salvaguardia dell’ambiente e la riduzione dell’inquinamento. Una larga parte dei cittadini australiani si interessa sempre di più al “made in Italy” perché i prodotti italiani sono considerati più sani e con un più alto valore nutrizionale.

Il progetto OPQ avrà durata triennale e prevede attività informative online, offline ed esperienziali, rivolte direttamente ai consumatori ed al trade. Le attività offline si svilupperanno in maniera “verticale”, concentrandosi ogni anno su una specifica città, in modo da favorire sinergie tra le singole iniziative. Le tre aree di interesse saranno, rispettivamente per ogni annualità: Sydney, Melbourne e Brisbane. La strategia digitale e le azioni online si svilupperanno invece in modo orizzontale e trasversale, per garantire visibilità al progetto per tutti gli anni nelle tre aree individuate.