La Germania è la patria del gelato

0
150

Secondo una statistica Eurostat nel 2021 l’Europa ha prodotto più di 3,1 miliardi di litri di gelato, in rialzo del 4% anno su anno.

Nello stesso periodo, gli Stati membri hanno esportato 254 milioni di kg di gelato a volume (850 milioni di €). L’import extra UE di tale ha raggiunto i 71 milioni di kg per un valore di 192 milioni €. Rispetto al 2020, la bilancia commerciale comunitaria per il gelato dello scorso anno si è chiusa con un rallentamento pronunciato delle importazioni (-11%) e un rialzo delle esportazioni del 9%.

La vincitrice è la Germania

Tra gli Stati membri a svettare è la Germania, capace di produrre lo scorso anno 614 milioni di litri di gelato (874.943 migliaia di euro). La seconda posizione spetta alla Francia (459 milioni di litri) seguita dall’Italia che con 381 milioni di litri (802.744 migliaia di euro) si aggiudica il gradino più basso del podio.

La Germania si aggiudica anche un altro primato: quello del gelato più economico a 1,4 €/litro. In Francia il prezzo medio si aggira a 2,0 €/litro e in Italia a 2,1 €/litro.

E il maggior esportatore? La Francia

La Francia ha esportato 57 milioni di kg nel 2021, pari a circa il 22% dell’export totale comunitario. Tra i migliori 5 esportatori poi figurano i Paesi Bassi (che hanno veicolato fuori dall’UE 38 milioni di kg di gelato, pari al 15% dell’export UE), l’Italia (33 milioni kg, pari al 13%), la Germania (24 milioni di kg, pari al 10%) e il Belgio (23 milioni di kg, pari al 9%).