Leerdammer: Bel valuta cessione a Lactalis

0
204

Le trattative tra Bel e Lactalis sarebbero in fase molto avanzata. Le due aziende, infatti, hanno firmato un patto unilaterale di acquisto di Royal Bel Leerdammer NL, Bel Italia, Bel Deutschland, Leerdammer e tutti i diritti correlati, e di Bel Shostka Ucraina, a fronte di 1.591.472 azioni Bel di proprietà Lactalis (23,16% del capitale di Bel). A seguito dell’operazione, Lactalis deterrà una partecipazione dello 0,90% in Bel.

Sicopa, controllata al 100% da Bel, trasferirà tali asset a Lactalis.

Il presidente e amministratore delegato di Bel Group, Antoine Fievet, ha dichiarato nel merito: «Sulla scia delle nostre priorità strategiche, continuiamo a far crescere la nostra attività in tre segmenti di mercato (lattiero-caseario, frutta e vegetali), rafforzando così la nostra posizione nel comparto degli spuntini sani. Con questo accordo di vendita, riaffermiamo il nostro modello di impresa familiare indipendente con la quale possiamo definire in libertà una visione di lungo termine. Per Leerdammer, questo accordo rappresenta un’opportunità. Siamo orgogliosi di averlo supportato con successo in quasi 20 anni».

Se Leerdammer passa di mano…

Da quando Bel l’ha acquistato nel 2002, le vendite e gli utili di Leerdammer sono quasi raddoppiati. Al 31 dicembre 2020, i ricavi di Leerdammer e Bel Shostka Ucraina ammontavano a circa 500 milioni di euro, di cui 350 milioni derivanti da Leerdammer.

In linea con le proprie priorità strategiche, Lactalis si impegna a sostenere attivamente la crescita di Leerdammer, grazie alle strutture globali che il gruppo ha costruito.

L’operazione rafforzerà le radici europee del gruppo, in particolare in Italia e Germania, e offre buone prospettive di sviluppo nei mercati in cui Lactalis vanta già una presenza significativa. Ciò include l’Ucraina, Paese in cui Lactalis opera da 25 anni.

Alcune clausole

Bel ha in ogni caso tutelato le proprie quote di mercato in Germania, Italia e Ucraina inserendo alcune condizioni nel contratto di transazione. I modelli di vendita al dettaglio locali saranno infatti adeguati mediante la predisposizione di alleanze di vendita esclusive con Lactalis per distribuire gli altri suoi marchi.

Le prossime tappe

I consigli di amministrazione di Bel Group e Lactalis Group hanno approvato all’unanimità il patto unilaterale di acquisto.

Il completamento della transazione sarà subordinato al nullaosta delle autorità antitrust prevista entro la fine dell’estate 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here