L’irlandese Ornua saluta il 2018 con rialzi a due cifre

0
120

Ornua, proprietaria del marchio Kerrygold, è il maggiore esportatore di prodotti lattiero-caseari irlandesi ed è presente in oltre 110 Paesi. Il bilancio dello scorso anno appena diffuso è stato salutato con soddisfazione dal management: fatturato del gruppo di 2,1 miliardi €; EBITDA di 60,5 milioni €, in crescita del 12,5%; risultato operativo di 40,4 milioni €, in rialzo del 14,8% su base annua. Questa performance è stata ottenuta durante un periodo di cospicui investimenti che hanno riguardato tutti gli stabilimenti e i marchi.

E ancora. Ornua ha pagato ai soci un bonus complessivo di fine anno di 19 milioni di euro (+27% rispetto al 2017). Sono 4 i miliardi di litri di latte equivalente venduti nei 110 mercati in cui Ornua opera. Ornua ha acquistato ben 342.000 tonnellate di prodotto irlandese. Il premio pagato ai soci derivante dalla vendita del burro Kerrygold ammonta a 18 milioni di euro. Il burro Kerrygold è il numero 2 negli Stati Uniti con 2,6 milioni di pacchetti venduti ogni settimana.

La stagione produttiva tardiva e la preparazione alla Brexit hanno portato il gruppo a mantenere ulteriori stock a fine anno, portando il debito netto a 110,1 milioni € dagli 0,3 milioni € di cassa netta dell’anno precedente.

Burro superstar

Il 2018 è stato un anno eccellente per Kerrygold. Il giusto mix di latte di alta qualità, strutture produttive all’avanguardia e un marchio ben supportato hanno assicurato una crescita notevole sulle piazze più strategiche come quelle di Stati Uniti, Germania e Regno Unito. Nel primo mercato, Kerrygold ha registrato un rialzo a volume del 25%, confermando per il nono anno consecutivo un incremento a volume di due cifre. In Germania, invece, il burro Kerrygold è il prodotto più venduto tra tutti i marchi alimentari in commercio.

Il business degli ingredienti

Ornua Ingredients ha allargato gli sbocchi per gli ingredienti lattiero-caseari irlandesi. Negli Stati Uniti, l’incremento a volume è stato piacevolmente inatteso e a due cifre. In Europa le performance sono state soddisfacenti anche grazie alla nuova linea commissionata a Ledbury, nel Regno Unito. Inoltre, sono iniziati i lavori per la costruzione dello stabilimento caseario in Spagna, che dovrebbe permettere un’espansione verso l’Europa continentale.

Prospettive di mercato

La domanda globale nel 2019 dovrebbe crescere dell’1,0-1,5%, pertanto la volatilità dovrebbe essere guidata dall’offerta. L’offerta limitata di latte nell’UE nel primo trimestre del 2019 e la solida domanda di esportazione dovrebbero contribuire a sostenere i prezzi delle materie prime e, in condizione di stabilità del contesto commerciale, i prezzi medi del latte alla stalla si attesteranno probabilmente a 30-32 centesimi (IVA inclusa) per litro.

Brexit

Da più di due anni Ornua cerca di prepararsi alla Brexit e alle sue incertezze. Il Regno Unito è un mercato strategico per Ornua e qualsiasi cambiamento nello status quo determinerà sfide competitive a cui l’azienda intende far fronte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here