Modifiche ordinarie al disciplinare del cipriota Halloumi

289

 

La GUUE C 53 del 13.2.2023 reca l’approvazione di una modifica ordinaria del disciplinare di produzione della DOP Halloumi/Hellim (2023/C 53/04).

Diverse le richieste avanzate da Cipro. Eccone alcune. Innanzitutto, lo Stato membro ha richiesto di elevare il tenore di umidità del prodotto fresco dal 46% al 52%.

L’ente di tutela cipriota ha poi adeguato il processo produttivo attuale affinché avvenga per la maggior parte a temperature basse e controllate. Questo per massimizzare la sicurezza del prodotto. Nello specifico, dopo cottura a 90 °C, il formaggio è raffreddato a 7 °C e immediatamente immerso in salamoia, dove rimane, a temperature basse controllate, tra 24 e 72 ore sino al confezionamento. Successivamente il formaggio è conservato a temperature inferiori a 7 °C. Il mantenimento dello Halloumi in salamoia a bassa temperatura per migliorare la sicurezza del prodotto aumenta la quantità di salamoia assorbita dal prodotto.

Altra modifica richiesta riguarda il peso dello Halloumi. Per agevolare la ristorazione, il suo porzionamento precedentemente limitato a 150-350 grammi è stato elevato al limite massimo di 1.200 grammi.

Infine Cipro ha chiesto e ottenuto l’abolizione dei vincoli sulle razze bovine. Pertanto il latte vaccino utilizzato per produrre lo Halloumi può essere ottenuto da qualsiasi razza bovina allevata nella zona geografica delimitata (Cipro).