Nato il “Pecorino solidale”

1
447

Grazie a un accordo di filiera siglato tra Biraghi Spa e Coldiretti Sardegna e FDAI (Firmato dagli agricoltori italiani), è nato il Pecorino Solidale che sostiene i pastori garantendo un prezzo di acquisto equo della materia prima, compatibile con i costi di produzione alla stalla.

La prima partita di formaggio per un valore di 150.000 euro è già stata acquistata.

Nell’ottica poi di amplificare la conoscenza dell’accordo presso il grande pubblico e offrire ai consumatori uno strumento di scelta consapevole al momento dell’acquisto del prodotto, Biraghi Spa ha realizzato in accordo con Coldiretti Sardegna una speciale etichetta che sarà apposta su tutte le confezioni di Pecorino grattugiato italiano a marchio Biraghi in vendita presso la Grande Distribuzione su scala nazionale.

«Si tratta di un accordo storico, una speranza per i pastori sardi che stanno vivendo una delle peggiori annate – evidenzia il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu – con il latte pagato a 60 centesimi, sotto i costi di produzione, la metà rispetto a due anni fa e meno di 35 anni fa. Questa è la dimostrazione di quanto andiamo sempre sostenendo: l’importanza degli accordi di filiera che garantiscano da una parte un prezzo equo ai produttori e dall’altra un prodotto genuino e tracciato ai consumatori. Questo è solo un primo passo di una collaborazione con una azienda seria che crede fortemente nel made in italy e che sicuramente porterà grandi risultati a tutto il comparto».

Coldiretti Sardegna si è inoltre impegnata a operare il collegamento con i produttori caseari selezionati e ad affiancare Biraghi nell’attività di presentazione dell’iniziativa “Contratto Etico” nei confronti della GDO, della Pubblica Amministrazione, dei media e soprattutto dei consumatori, che giocheranno un ruolo fondamentale.

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here