Pallettizzatori, depallettizzatori e avvolgipallet non sono macchine pericolose

636

Ucima ha chiesto e ottenuto la soppressione di un emendamento al nuovo Regolamento Macchine. La nuova normativa è in fase in approvazione a Bruxelles e sostituirà la precedente Direttiva del 2006.

Il punto in questione era molto controverso, poiché inseriva i pallettizzatori, i depallettizzatori e gli avvolgipallet nell’allegato relativo alle macchine pericolose. La normativa avrebbe quindi costretto tutti i costruttori di tali sistemi a farsi approvare preventivamente i modelli e le macchine da immettere sul mercato da Enti notificati ai sensi della Direttiva Macchine, in quanto appunto macchinari da considerarsi pericolosi.

L’ufficio tecnico di Ucima, appena venuto a conoscenza di questa possibilità e coordinandosi con Confindustria Bruxelles, è intervenuto contattando ogni parlamentare italiano della Commissione Mercato Interno e Protezione dei Consumatori del Parlamento Europeo, rappresentando le esigenze del settore.

In particolare, l’associazione ha dimostrato che l’emendamento appariva privo di significato, alla luce della completa assenza di dati infortunistici, report o statistiche che attestino la pericolosità di tali impianti. Inoltre, secondo il centro studi Mecs-Ucima, la misura avrebbe interessato 13mila macchine in Europa ogni anno. Dati che – l’associazione precisa – si riferiscono principalmente alle aziende italiane, che rappresentano almeno il 50% del fatturato.