Nuova Castelli è di Lactalis

2
1832

In una nota, Lactalis ha comunicato di aver rilevato la partecipazione (80% del capitale sociale) del fondo Charterhouse in Nuova Castelli. Il gruppo francese rafforza in questo modo la propria presenza sul mercato italiano. La transazione è soggetta ad approvazione delle autorità competenti.

Il pregresso

Le incertezze sul futuro della proprietà di Nuova Castelli circolavano già da parecchi mesi. Il fondo che la controlla, l’inglese Charterhouse (proprietario in Italia anche di Mec3, che produce ingredienti e materie prime per gelaterie, pasticcerie…), stava valutando un aumento di capitale oppure una possibile vendita dell’azienda di Reggio Emilia. Rumors davano per interessati all’acquisto Lactalis e Granarolo, tra gli altri. Nuova Castelli è specializzata nella produzione e distribuzione dei formaggi DOP italiani come Parmigiano Reggiano, Grana Padano, Gorgonzola, Taleggio, Mozzarella di Bufala Campana, Pecorino Toscano e la mozzarella STG. Possiede circa 20 tra impianti di produzione e centri di stagionatura e confezionamento in Italia, Ungheria – per la produzione di formaggio a pasta dura – e Polonia, impiegando in totale oltre 1.000 dipendenti. Nel 2018 il giro d’affari di Nuova Castelli è stato di circa 460 milioni. Essendo tra l’altro il principale esportatore italiano di Parmigiano Reggiano, Coldiretti si era detta preoccupata per “le trattative in corso per l’acquisizione della Nuova Castelli da parte della multinazionale francese Lactalis che negli anni si è già comperata i marchi nazionali Parmalat, Locatelli, Invernizzi, Galbani e Cademartori e detiene circa 1/3 del mercato nazionale in comparti strategici del settore lattiero-caseario”.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here