Roadmap decennale verso il poliaccoppiato sostenibile

0
109

Lo scopo di ACE*, The Alliance for Beverage Cartons and the Environment, è fornire alla filiera alimentare l’imballo più sostenibile, rinnovabile, riciclabile e a minor impatto climatico. Per questo si impegna ad agire lungo tutta la catena del valore, dall’approvvigionamento sostenibile all’impatto climatico e al riciclo. A tal fine, ACE si è pertanto assunta 10 impegni contenuti in una roadmap decennale. Fra di essi, il raggiungimento del 90% di raccolta differenziata dei cartoni per bevande con un tasso di riciclo del 70% entro il 2030 e la decarbonizzazione della catena di produzione e distribuzione in linea con l’obiettivo di riduzione di 1,5° gradi/centigradi fissato dalla “Science Based Targets initiative”.

Secondo la visione di ACE, entro il 2030 il cartone per bevande sarà:
-realizzato solo con materiale rinnovabile e/o riciclato;
-completamente riciclabile e riciclato;
-prodotto interamente con materie prime di provenienza sostenibile;
-la soluzione di imballaggio con la più bassa impronta di carbonio.

“Il settore ha fissato standard elevati e ambiziosi per i prossimi dieci anni”, ha dichiarato Annick Carpentier, direttore generale di ACE. “Non vediamo l’ora di promuovere un dialogo con i decisori dell’UE per assicurare le condizioni normative necessarie per sostenere l’ambizione di considerare i cartoni per bevande come scelta di imballaggio sostenibile, oggi e per domani”.

“Il settore continua a investire nell’innovazione e nella tecnologia per aumentare la quota di cartoni per bevande riciclati”, ha dichiarato Marcelle Peuckert, Presidente di ACE. “L’industria ha bisogno di un quadro politico abilitante che continui a sostenere i nostri investimenti e l’innovazione nel prossimo decennio”.

 

*Dell’alleanza fanno parte: SIG Combibloc, BillerudKorsnäs, Elopak, Stora Enso e Tetra Pak

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here