Secondo atto della campagna in Germania e Italia del Pecorino Romano

0
272

Al via la seconda stagione del progetto “La qualità europea nella sua forma migliore”, messo a punto dal Consorzio di tutela del Pecorino Romano DOP presieduto da Gianni Maoddi e cofinanziato dall’Unione europea. Un progetto che, rivolto alla Germania e all’Italia, ha come destinatari sia gli operatori del settore che i consumatori e si protrarrà per tre anni, fino al 31 marzo 2024.

Il messaggio della campagna

“La qualità europea nella sua forma migliore” è il messaggio che accompagnerà la campagna anche in questo secondo anno, che andrà avanti fino al 31 marzo del 2023, proprio per ribadire l’importanza dei marchi europei che garantiscono al consumatore prodotti d’eccellenza e di alta qualità. Alcune delle attività previste saranno comuni ai due Paesi interessati, altre saranno invece declinate solo sull’Italia o solo sulla Germania. Ma il filo conduttore sarà un unico concept creativo e una forte identità condivisa.

L’importanza dei due target

“Il mercato tedesco, con 17mila quintali all’anno, e quello italiano con 100.000, assorbono il 41% della produzione totale di Pecorino Romano. Sono per noi due mercati assolutamente strategici, sui quali vogliamo crescere, anche attraverso questo progetto che ha conquistato il terzo posto fra ben 27 competitor europei, risultato del quale siamo molto orgogliosi”, dice Maoddi, presidente del consorzio che ha sede nel cuore della Sardegna, a Macomer.

Gli obiettivi spiegati dal presidente Maoddi

“Oltre a rafforzarci nei due mercati sui quali è incentrata la campagna, abbiamo due importanti obiettivi: far conoscere sempre di più il Pecorino Romano in purezza, come prodotto da gustare in un aperitivo o come tocco finale in conclusione di un pasto o come antipasto o semplicemente come spuntino, e allo stesso tempo continuare a valorizzarlo come ingrediente di ricette tradizionali da una parte e più innovative dall’altra.

Il Pecorino Romano – sottolinea Maoddi – non è solo un alimento, è un prodotto che racconta di tradizioni e aria pura, di pascoli incontaminati e sconfinati, di sapiente lavorazione, di segreti tramandati per generazioni e di altissima qualità, il primo, irrinunciabile valore che tutti noi perseguiamo nella produzione quotidiana. Tradizione e innovazione sono i nostri cardini irrinunciabili: tutto quello che è stato nel passato e ha portato a un prodotto che tutto il mondo ci invidia è il nostro patrimonio più prezioso, ma – sottolinea Maoddi – con lo sguardo sempre rivolto al futuro, pronti a innovare e sperimentare per conquistare nuovi palati e offrire sensazioni diverse a chi cerca un sapore indimenticabile. Con “La qualità europea nella sua forma migliore” puntiamo a tutto questo, tenendo alto il nome e l’alta qualità delle DOP italiane, di cui il Pecorino Romano è uno dei più antichi, conosciuti e apprezzati”, conclude il presidente Maoddi.