Strachitunt: pubblicata richiesta di modifica non minore

382

La GUUE C82 del 6 marzo 2023 pubblica la domanda di approvazione (2023/C 82/05) di una modifica non minore del disciplinare della DOP Strachitunt.

In merito alla descrizione del formaggio, il consorzio ora propone questo testo: “Lo Strachitunt è un formaggio a base di latte intero crudo di vacca, a due paste, a stagionatura medio lunga che può presentare erborinatura nella pasta. La maturazione del prodotto è inizialmente centripeta ed avviene grazie all’intervento della microflora di superficie. Successivamente, è favorita dalla foratura che permette lo sviluppo all’interno della pasta della microflora presente nell’ambiente. La stagionatura minima è di 75 giorni”.

Così l’ente ha voluto specificare la durata minima della stagionatura.

I produttori chiedono anche di innalzare il peso della forma stagionata tra 4 e 7 kg (in precedenza era 4-6 kg). Tale rialzo è necessario nel caso in cui, per la disponibilità del latte, si vogliano realizzare forme della massima altezza dello scalzo (18 cm) e del massimo diametro (28 cm) consentiti.

Chiesta la modifica pure delle caratteristiche chimiche e microbiologiche come segue:

“I dati sotto riportati sono riferiti al periodo minimo di stagionatura pari a 75 giorni:

  • Umidità 44,0-53,0%
  • Lipidi su sostanza secca minimo 48,0%
  • Proteine t.q. 17,0-23,0%
  • Carboidrati t.q. inferiore a 2,5.”

Un’altra modifica riguarda la produzione e in particolare all’utilizzo del termine fagotto (nome eliminato in quanto dialettale), all’impiego delle tele (ora divenuto opzionale) e al momento dell’apposizione del marchio (dopo un minimo di 12 ore dalla formatura).

Aggiornamento del 26 giugno

La modifica richiesta è stata approvata con il reg. di esecuzione (UE) 2023/1222 della Commissione del 19 giugno 2023 pubblicato in GUUE L 160 del 26.6.2023.