Tecnologia avanzata per la pasta filata

0
520

Mozzamatic® by Prima s.r.l. offre soluzioni ad hoc per la produzione automatica di paste filate.

 

Per volumi di produzione, mozzarella e altre paste filate, in particolare la burrata, rimangono un comparto trainante del settore lattiero-caseario nazionale, un comparto caratterizzato negli ultimi anni da una richiesta crescente di impianti e macchinari con un contenuto tecnologico sempre più elevato, con un’elettronica/automazione sempre più avanzata e in grado di interconnettersi con i sistemi gestionali degli stabilimenti di produzione. La ricerca di soluzioni innovative per risolvere le problematiche dei propri clienti è un fattore chiave sia in Italia sia nei mercati esteri nei quali Prima s.r.l. già da molti anni esporta. Giovanni Pansa, titolare dell’azienda, e i figli Marco e Mattia tengono a sottolineare l’importanza degli investimenti in nuove tecnologie e risorse umane specializzate: “abbiamo cercato di automatizzare sempre più i processi produttivi e di igienizzazione dei macchinari con sistemi di lavaggio automatico e di trovare soluzioni nuove ad hoc per le esigenze dei clienti. Nel campo dei macchinari per mozzarelle operiamo anche come sub fornitori con due importanti partner internazionali nel packaging e su impianti di processo”.

Da sinistra: Marco, Giovanni, Mattia Pansa

Sviluppare innovazione

In tema di evoluzione e innovazioni recenti, come ci spiega la famiglia Pansa “in ordine cronologico possiamo partire dalla formatrice a peso regolabile che consente di aggiustare e/o variare direttamente il peso della mozzarella durante la formatura oltre alla possibilità di produrre mozzarelle con un range di grammatura con lo stesso tamburo in acciaio inox. La formatrice è inoltre predisposta al lavaggio CIP senza dover smontare il rullo formatore. Un secondo step evolutivo è rappresentato dagli impianti per cubettato/julienne, con soluzioni tecnologiche atte ad automatizzare il flusso di prodotto dalle vasche di rassodamento alla cubettatrice, e in uscita con sistemi di pesatura e dosaggio per alimentare le confezionatrici.

Con l’aggiunta di accessori Mozza-Burrata 2T può produrre diversi formati

Fiore all’occhiello dell’azienda è altresì l’ultima nata: Mozza-Burrata 2T, contrassegnata dal brand Mozzamatic® di Prima s.r.l., che sarà esposta al prossimo Cibus Tec dal 24 al 27 ottobre 2023 insieme a tutti gli impianti Mozzamatic®. Si tratta di un nuovo macchinario per la produzione completamente automatica di burrate, senza che siano necessari input esterni. L’impianto è composto da una formatrice integrata, che riceve direttamente il prodotto da una filatrice in continuo e una tramoggia raccolta ripieno (stracciatelle e panna), che verrà iniettato successivamente nella pasta filata grazie alle teste di dosaggio. Parlando di produttività, questa macchina può fornire 6 burrate per ogni ciclo, a un ritmo di 2.100 pezzi/ora grazie alla doppia stazione di dosaggio. Il tutto si realizza in un ambiente in cui il prodotto finito è completamente isolato da ogni tipo di contaminazione”.  C’è da aggiungere che la completa automazione del processo innalza in modo sensibile gli standard di sicurezza e igienicità, venendo meno ogni contatto esterno con il prodotto. In più, la macchina è predisposta per il lavaggio in CIP assicurando così un lavaggio facile e profondo in ogni sua parte. Giovanni Pansa tiene a sottolineare che “Mozza-Burrata 2T, con l’aggiunta di accessori, può produrre diversi formati (50g, 125g, 200g, 250g) e, se abbinata alla nostra filatrice ad acqua Mozza-Stretcher, il carico della formatrice avviene in modo regolare mantenendo le condizioni della pasta filata ottimali per la formatura della burrata”. Bisogna ribadire che i vantaggi di questa soluzione risiedono soprattutto nel fatto che l’intero processo può essere gestito senza che nessun operatore venga in contatto con il prodotto.

Un dettaglio della formatrice Mozza_Moulder 2V-R

Sempre nell’ottica di soluzioni tecnologiche avanzate, con il marchio  Mozzamatic, Prima srl produce diversi altri impianti e macchine per pasta filata come le linee di dosaggio-miscelazione (Mozza-Dosing), con una portata fino a 2.500 kg/h, che vengono utilizzate per l’aggiunta di sali o prodotti anti agglomeranti, tramite un dosatore polveri e la successiva miscelazione omogenea tramite un tamburo miscelatore, per permettere una migliore gestione del prodotto nelle successive fasi fino al confezionamento. Le vasche di rassodamento/salamoia (Mozza-Vats) servono a raffreddare e salare le mozzarelle in uscita dalle formatrici, con un sistema di avanzamento automatico del prodotto e nastro di estrazione in uscita. Predisposte al lavaggio in CIP sono abbinabili ai trasportatori ad acqua sempre di Mozzamatic.  Da ricordare anche la già citata filatrice ad acqua con braccia tuffanti in continuo (Mozza-Stretcher), per la produzione di pasta filata ad elevato tenore di umidità, utilizzabile per mozzarella fresca vaccina, di bufala, fiordilatte e scamorza, e la filatrice a vapore a batch (Mozza-Cooker) per la produzione di formaggi a pasta filata o formaggi fusi con due coclee controrotanti indipendenti.

L'azienda

Nata nel 1990 e con sede a Moretta (Cuneo), Prima s.r.l. progetta e costruisce macchinari, impianti e automazioni per la produzione di formaggi a pasta filata per il mercato italiano e per l’estero su un’area produttiva di 6000 mq di cui 3000 mq coperti. Con un fatturato di 5,2 milioni di euro nel 2022, l’azienda è una realtà ormai affermata da molti anni che ha come core business la progettazione e costruzione di macchine e linee completamente automatizzate per la produzione di mozzarella fresca e per pizzeria – dalla filatura al confezionamento oltre burrata, scamorza, trecce, sfoglia ecc. Grazie a importanti investimenti dell’azienda in un impianto laser e in macchine utensili di ultima generazione, magazzini automatici ecc. attualmente produce al proprio interno la quasi totalità dei componenti che utilizza, garantendo in questo modo un’elevata qualità ed efficienza del proprio prodotto.