Aggiornamento mercati 23-8-2023

0
2302

 

 

Tendenza mensile in negativo per le quotazioni delle principali commodity lattiere comunitarie. I prezzi UE del burro hanno ceduto l’1,5% nel periodo quotando 449 €/100 kg, l’SMP ha perso lo 0,8% a 227 €/100 kg, il WMP l’1,2% a 336 €/100 kg, mentre il cheddar limita il calo allo 0,1% chiudendo a 358 €/100 kg.

Il prezzo del latte spot italiano ripiega a 49,8 c/kg (20/8/2023).

L’UE si conferma la più competitiva per il cheddar mentre l’Oceania lo è per SMP, WMP e burro.

Nella settimana 33 rispetto alle 4 precedenti si segnala un calo dei costi della razione animale (-1,9%) e un rialzo di quelli energetici (+8,5%).

Le consegne di latte UE hanno spuntato un +0,4% a giugno 2023 e +0,8% nei primi 6 mesi del 2023 rispetto allo stesso periodo del 2022.

Dinamica produttiva UE del primo semestre 2023 rispetto al 2022: latte concentrato (+6,1%), panna (+2,8%), burro (+1,7%), formaggio (+1,2%), latte fermento (+0,6%), latte alimentare (+0,5%) e SMP (+0,3%), WMP (-2,7%).

A giugno, la produzione lattiera dell’Australia ha guadagnato l’1,6%, quella inglese lo 0,6%, quella neozelandese ha perso l’1,7% mentre quella statunitense si è mantenuta stabile.

Alcuni dati UE relativi al periodo gennaio-maggio 2023. L’export di burro aumenta del 4% verso China e del 39% verso gli USA mentre perde il 23% verso UK. Esportazioni UE di formaggio: Giappone -12%, USA -9%, UK +4%. Per quanto concerne l’export di SMP, crescono gli acquisti di Cina (+34%) e Algeria (+131%) al contrario di quelli dell’Indonesia (-56%). Questi i dati delle esportazioni di WMP: Oman -17%, China -28%, UK +6%.

Sempre nei primi 5 mesi dell’anno, export neozelandese lattiero: butter(oil) +9%, formaggio +16%, SMP +42% e WMP +5%; export americano: butter(oil) -38%, WMP -40%, SMP -2% e formaggio -4%.

Tra gennaio e maggio la Cina ha importato: formaggio +4%, SMP +21%, siero in polvere +40%, caseine +12%, lattosio +37%, butter(oil) -20%, WMP -51% e latte condensato -32%.

 

Fonte: European Milk Market Observatory (MMO)