Bando lombardo per la fornitura di formaggio agli indigenti

604

La Lombardia ha stanziato circa 2,5 milioni di euro per distribuire Grana Padano, Provolone Valpadana, Parmigiano Reggiano alla popolazione in difficoltà

 

Circa 2,5 milioni di euro per offrire un sostegno al sistema produttivo locale delle Dop casearie lombarde e un aiuto concreto alla popolazione in difficoltà la cui capacità di acquisto anche dei generi alimentari di prima necessità è stata compromessa a causa del blocco delle attività imposto dal lockdown per il contenimento del contagio.

Questi gli obiettivi del bando di regione Lombardia in apertura oggi, 22 dicembre, voluto dall’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi. Il bando è indirizzato a tutti i caseifici e stagionatori che producono le DOP Grana Padano, Provolone Valpadana, Parmigiano Reggiano.

A loro sarà assegnato un contributo per la fornitura di formaggio alla popolazione in difficoltà attraverso i Comuni e le organizzazioni del Terzo Settore.

Le candidature possono essere inviate dall’11 gennaio al 28 febbraio tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it

Le ragioni della scelta dei tre formaggi

I formaggi sono stati individuati in quanto ritenuti idonei alla conservazione per lunghi periodi e alla porzionatura in confezioni di formato famigliare. In particolare, per il Provolone Valpadana è prevista la sola tipologia dolce con stagionatura massima di 90 giorni al momento del confezionamento.

La prima edizione di ‘IO MANGIO LOMBARDO’

“La prima edizione di questo bando – ha ricordato Rolfi – è stata organizzata nella primavera nel 2020, quando venivamo da mesi chiusure con i consorzi e caseifici pieni di formaggio che non riuscivano a smerciarlo e il prezzo del latte viveva nuove criticità”.

Allora, furono coinvolte le Dop delle zone montane della Lombardia.