Commercio agroalimentare UE resiliente all’impennata dei prezzi

0
87

 

Il commercio agroalimentare dell’UE ha raggiunto un valore totale di 34,9 miliardi di euro a maggio 2022, segnando un aumento dell’11% su base mensile e del 32% rispetto a maggio 2021. Questo a causa del continuo aumento dei prezzi delle materie prime. Le esportazioni ammontano a 19,4 miliardi di euro, in crescita dell’8% su base mensile e del 21% rispetto a maggio 2021.

Le importazioni hanno raggiunto i 15,6 miliardi di euro a valore, con un rialzo del 15% rispetto ad aprile e del 48% rispetto a maggio dello scorso anno.

Questi i risultati che emergono dal rapporto mensile della Commissione europea sul commercio agroalimentare.

E il lattiero?

Nei primi 5 mesi, il comparto lattiero-caseario si colloca al terzo posto per aumento delle esportazioni in ambito comunitario: +1,1 miliardi di euro o, se si preferisce, +16%. L’export di burro ha guadagnato sia in valore che in volume, mentre quello delle polveri lattiere (di siero, di latte scremato e di latte intero) solo in valore ma non in volume.