Il consorzio Parmigiano Reggiano blocca la registrazione del marchio “Kraft Parmesan Cheese”

840

 

 

È fallito il tentativo del gruppo Kraft Foods Group Brands LLC di registrare il marchio “Kraft Parmesan Cheese” in Ecuador. Dopo avere ricevuto l’opposizione formale del Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, l’Ufficio competente in Ecuador ha stabilito che la richiesta della multinazionale americana non può essere accolta. Questa la ragione: il marchio “presenta somiglianze significative con la denominazione di origine protetta, approfittando indebitamente della notorietà, della qualità e di altre caratteristiche di quest’ultima dovute esclusivamente alla ambiente geografico in cui viene prodotta”.

Il testo sottolinea come “Kraft Foods Group Brands, LLC., è una società domiciliata negli Stati Uniti d’America, località che non ha alcun rapporto con l’Italia, tanto meno con l’origine del formaggio Parmigiano Reggiano (territorio delle province di Parma, Reggio Emilia e Modena e i comuni limitrofi delle province di Mantova e Bologna)”.

La decisione dell’Ufficio dell’Ecuador conferma l’importanza dell’Accordo di Libero Scambio concluso dall’Unione europea con Colombia, Perù ed Ecuador, che ha consentito di riconoscere la protezione della DOP Parmigiano Reggiano nei Paesi andini.

“Prosegue la lotta globale del Consorzio contro l’uso illegittimo del termine Parmesan – ha commentato il presidente Nicola Bertinelli – dopo una battaglia legale durata quasi tre anni con la multinazionale Kraft Foods Group Brands LLC, siamo riusciti a scongiurare la registrazione del ‘KRAFT PARMESAN CHEESE’ come marchio di impresa in Ecuador. Un’azione portata avanti nell’interesse dei produttori italiani ma anche dei consumatori ecuadoriani che non correranno più il rischio di essere ingannati al momento dell’acquisto. Qualora la multinazionale dovesse impugnare la decisione, il Consorzio, naturalmente, proseguirà nella sua difesa della DOP e dei consumatori locali”.