Latteria Soligo: valorizzazione della filiera

0
136

Lo scorso anno, nonostante la totale chiusura del canale Horeca, il valore della produzione di Latteria Soligo è stata di € 76.580.703 (+1.973.793 rispetto al 2019). La raccolta latte ha raggiunto gli 834.220 q (+7,52 rispetto al 2019), con una remunerazione media di 0,44 €/L. Il 67% del latte raccolto è stato marchiato QV, marchio di Regione Veneto.

E se le chiusure imposte dal lockdown hanno decretato un calo in alcune aree, Latteria Soligo ha sopperito con altre produzioni, in primis quella del latte UHT, che ha registrato un +13%, e del Latte Fieno Bio che, rispetto al 2019, ha visto crescere le vendite dell’8%.

Negli spacci aziendali, grazie anche all’entrata di AgriCansiglio nel mondo Soligo, il fatturato 2020 della vendita diretta è stato di 5.259.193€, quasi il 97% in più rispetto al 2019.

“Al centro del nostro pensiero c’è una duplice mission – ha affermato il presidente Lorenzo Brugnera – la prima riguarda i nostri allevatori associati, l’altra il consumatore. A loro vanno le nostre attenzioni e i nostri sforzi per garantire, da una parte, la raccolta del latte a prezzi sostenibili e dall’altra la proposta di prodotti di alta qualità, certificati e garantiti ma, soprattutto, buoni. L’esperienza Covid-19 non ha bloccato il nostro processo di innovazione, anzi, lo ha accelerato, in linea con le linee guida del Green Deal europeo e la nuova PAC 2023-2027”.

Il futuro di Latteria Soligo, infatti, sarà ancor più orientato ai temi dell’economia verde: certificazione del benessere animale, sostenibilità ambientale, maggiore efficienza di filiera e valorizzazione delle eccellenze locali sono solo alcuni degli obiettivi aziendali dei prossimi anni.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here