L’istantanea di Unioncamere Lombardia

0
76

Secondo il report di Unioncamere Lombardia relativo al primo semestre 2019, la produzione di latte in Italia ha fatto registrare un’interruzione della crescita. In particolare, tra gennaio e giugno 2019 le consegne nazionali di latte hanno ceduto l’1,2% rispetto all’anno precedente, in netta controtendenza rispetto allo stesso periodo sia del 2017 (+2,6%) che del 2018 (+3,6%). Questo calo produttivo rappresenta una novità nel panorama lattiero-caseario italiano, caratterizzato da un continuo incremento delle consegne di latte.

A livello lombardo nel primo semestre 2019 si registra, invece, ancora un rialzo, seppure contenuto (+0,8%), del latte conferito, a differenza di quanto avvenuto in Piemonte (-0,7%), Emilia-Romagna (-1%) e Veneto (-1,7%).

In rialzo le quotazioni dei formaggi duri DOP

Nel primo trimestre 2019 (dati Ismea) è continuato l’incremento sostenuto delle quotazioni del Grana Padano, trend iniziato nell’ultimo trimestre del 2018. I prezzi si sono poi stabilizzati nel secondo trimestre 2019 su livelli decisamente superiori a quelli di un anno prima, superando gli 8€/kg.

Anche i prezzi del Parmigiano Reggiano hanno mostrato una dinamica positiva nel primo trimestre 2019, per poi stabilizzarsi nel secondo trimestre sui livelli molto soddisfacenti raggiunti nei mesi precedenti. Questa ottima dinamica dei prezzi del Parmigiano Reggiano è riconducibile principalmente ai volumi contenuti delle scorte di formaggio stagionato e al buon andamento delle esportazioni, elementi in grado di compensare la crescita produttiva osservata nel 2018 (+1,9%) e nel primo semestre 2019 (+3,7%).

I dati diffusi dal Consorzio di Tutela indicano per il Grana Padano nel primo semestre 2019 una crescita delle forme prodotte più modesta, pari al +1,8%, frutto di un andamento opposto nei due trimestri: ancora un leggero calo nel primo (-0,8%), ma più contenuto rispetto a quelli registrati nella seconda metà del 2018, e una crescita sostenuta nel secondo trimestre 2019 (+4,5%). La diminuzione di forme prodotte nel primo trimestre 2019 è stata favorita anche dall’elevato livello delle quotazioni del latte spot in quel periodo, che ha fatto sì che molti caseifici sociali abbiano dirottato verso la vendita sul mercato spot quantitativi significativi di latte, sottraendolo alla trasformazione in Grana Padano.

Il peso dell’export

Si rafforza ulteriormente nel primo semestre 2019 la buona performance delle esportazioni di Grana Padano e Parmigiano Reggiano, che già aveva caratterizzato tutto il 2018. I due formaggi grana fanno registrare una crescita sostenuta delle esportazioni in termini di valore, sia nel primo (+17,8%) che nel secondo trimestre (+13,6%); in termini di volume, invece, alla buona performance del primo trimestre (+7,2%) fa riscontro una leggera diminuzione nel secondo (-1,1%).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here