Modifiche al disciplinare del francese Brie de Meaux

942

La GUUE C 64 del 27.2.2020 pubblica la domanda di approvazione di una modifica non minore del disciplinare di produzione del francese Brie de Meaux DOP. Tra le voci del disciplinare interessate dalla modifica figura anche la descrizione del prodotto. Secondo la nuova versione, il “Brie de Meaux è un formaggio di latte vaccino crudo e a pasta molle” che “presenta una crosta cosiddetta “fiorita”, sottile, bianca, cosparsa di striature o macchie rosse e la sua pasta è omogenea”. Il nuovo disciplinare inoltre non riporta più lo spessore della forma ma solo il diametro “compreso tra 36 e 37 centimetri” (prima recitava “circa 36 cm”) mentre il peso è compreso “tra 2,6 kg e 3,3 kg”. È inoltre cambiata la modalità di indicazione della materia grassa e secca: ora è stato deciso che il prodotto “contiene almeno 45 grammi di materia grassa per 100 grammi di estratto secco totale e almeno 44 grammi di materia secca per 100 grammi di formaggio commercializzato”. Tra le altre disposizioni, il nuovo disciplinare inoltre vieta “i metodi di conservazione a temperature inferiori allo zero o in atmosfera modificata delle materie prime e dei prodotti durante la fabbricazione”. Viene inoltre specificata “la natura del caglio. Quest’ultimo ha origine bovina, condizione che vieta l’uso di caglio di origine vegetale o microbica. Sono inoltre aggiunte le dosi utilizzate: dose massima di 28 mg per 100 l di latte e una forza massima di 750 mg/l di chimosina”.