Pecorino etico solidale Biraghi: più di 1 milione i kg venduti

0
65

 

Il Pecorino Etico Solidale Biraghi festeggia il sesto anno di vita con un record. Sono infatti oltre 1.100.000 i kg di prodotto (70% di Pecorino e 30% di Gran Biraghi) venduti dal 2017 ad oggi.

In merito alla distribuzione, poi lo si trova in più di 3.100 punti vendita sul territorio italiano. A novembre 2022, la distribuzione ponderata era pari al 35% su tutta Italia. Non solo la Grande Distribuzione, ma anche i consumatori hanno risposto in maniera più che positiva all’iniziativa di Biraghi, FDAI e Coldiretti Sardegna. Questo risultato è evidenziato dal fatto che, in soli sei anni, il Grattugiato La Nostra Ricetta Al Pecorino Biraghi 100g abbia raggiunto una quota importante di mercato.

I commenti dei partner dell’iniziativa

«Questo è un esempio concreto di un accordo che fa bene al Sistema Paese, nel quale ogni attore coinvolto ha saputo mettersi a disposizione per creare un prodotto di qualità e competitivo sul mercato» ha commentato Adolfo Giannecchini, responsabile dei progetti di Filiera Agricola Italiana.

«Il trend è positivo per tutta la filiera – ha aggiunto il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu. – Dopo sei anni, l’accordo, che non a caso avevamo definito storico, si rivela sempre più vincente e come esempio da seguire non solo in questo settore agricolo. I benefici per i pastori e le cooperative che stanno collaborando al progetto sono evidenti: prezzo minimo garantito, stabilità e programmazione».

«Un accordo che cresce e si rafforza anche grazie ai nuovi progetti che stiamo mettendo in campo con la Biraghi – afferma il direttore di Coldiretti Sardegna Luca Saba –. Questo ci consentirà di allargare l’accordo anche ad altre realtà locali e crescere nei numeri».

«A distanza di sei anni dalla firma del nostro accordo, siamo felici di festeggiare la collaborazione insieme a tutti gli attori coinvolti nel progetto del Pecorino Etico Solidale. – racconta Claudio Testa, consigliere d’amministrazione di Biraghi S.p.A. – Siamo molto lieti che i consumatori apprezzino il nostro accordo di filiera, che ci permette di sostenere la tradizione casearia italiana insieme a Coldiretti Sardegna e con Filiera Agricola Italiana».

«Per la nostra cooperativa è stata una svolta che ha rafforzato tutto il lavoro che avevamo fatto precedentemente – afferma il vicepresidente della cooperativa Pastori Dorgali, Francesco Carta –. Da inizio annata abbiamo la certezza che una parte del nostro formaggio verrà venduto a un prezzo già stabilito».​

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here