Promozione UE agroalimentare: stanziati 186 milioni di € per il 2024

384

La Commissione europea stanzierà 185,9 milioni di € nel 2024 per finanziare attività di promozione dei prodotti agroalimentari UE nell’Unione e nel mondo.

Per la Commissione, le campagne dovrebbero essere concepite per creare nuove opportunità di mercato per gli agricoltori e, più in generale, per l’intera filiera alimentare UE, nonché per contribuire a consolidare le imprese già esistenti. Oltre ad aumentare la produzione e il consumo sostenibili di prodotti agricoli, la politica di promozione sostiene anche la ripresa sostenibile del settore agroalimentare dell’UE in un contesto economico difficile.

Lo stanziamento

Per il prossimo anno la Commissione ha destinato 81,3 milioni di € per la promozione sul mercato interno e 85,1 milioni di € per quella verso Paesi terzi reputati promettenti. Come per esempio: Cina, Giappone, Corea del Sud, Singapore e America settentrionale. Il Regno Unito, che assorbe oltre il 20% delle esportazioni dell’UE-27, si conferma uno dei principali sbocchi di esportazione agroalimentare per l’Unione.

La Commissione europea cofinanzia fino all’80% dei progetti selezionati presentati da operatori privati e gestisce inoltre le proprie campagne di comunicazione nei Paesi terzi.

Obiettivi

I protagonisti delle attività di promozione saranno i prodotti provenienti da pratiche agricole sostenibili, che contribuiscono a ridurre la dipendenza da pesticidi e antimicrobici, a minimizzare la fertilizzazione e l’inquinamento idrico, a ridurre le emissioni di gas a effetto serra, a rafforzare l’agricoltura biologica e a migliorare il benessere degli animali. Per i prodotti agroalimentari ottenuti in modo sostenibile saranno stanziati nello specifico 62 milioni di €, di cui 42 milioni € per i biologici. Uno dei risultati attesi è un maggiore riconoscimento del logo biologico dell’UE da parte dei consumatori europei e un ulteriore aumento del consumo dei prodotti biologici, in linea con il piano d’azione per l’agricoltura biologica dell’UE.

Un altro obiettivo è l’accrescimento della consapevolezza relativa ai regimi di qualità dell’UE e ai prodotti registrati come DOP, IGP e STG.

Tabella di marcia

Gli interessanti potranno presentare le domande dal 18 gennaio al 14 maggio 2024. L’Agenzia esecutiva europea per la ricerca (REA) gestirà gli inviti. Organismi di varia natura, tra cui associazioni professionali e di produttori e gruppi agroalimentari responsabili delle attività di promozione, possono presentare proposte e richiedere finanziamenti. I cosiddetti programmi “semplici” possono essere presentati da una o più organizzazioni del medesimo Stato membro. I programmi “multipli” coinvolgono come minimo due organizzazioni nazionali provenienti da almeno due Stati membri o da almeno una o più organizzazioni europee.

La ripartizione

  Milioni di €
PROGRAMMI SEMPLICI 92
Programmi semplici nel mercato interno 41,1
Programmi per prodotti biologici 14
Programmi per prodotti ortofrutticoli freschi 9,1
Programmi relativi ai regimi di qualità dell’UE (indicazioni geografiche, logo “regioni ultraperiferiche”) 7
Programmi di sensibilizzazione in merito all’agricoltura sostenibile e al benessere degli animali nell’UE 6
Programmi intesi a mettere in luce le caratteristiche salienti dei metodi di produzione agricola nell’Unione (sicurezza alimentare, tracciabilità, autenticità, etichettatura, aspetti nutrizionali e sanitari, benessere degli animali…) e le caratteristiche dei prodotti dell’UE per quanto riguarda la qualità, il gusto, la varietà o le tradizioni (= al di fuori dei regimi di qualità dell’UE) 5
Programmi semplici nei Paesi terzi 45,9
Cina (compresi Hong Kong e Macao), Giappone, Corea del Sud, Taiwan, Sud-Est asiatico e Asia meridionale 16,3
Altre zone geografiche 15,3
Canada, USA, Messico 9,3
Programmi per prodotti biologici e sostenibili dell’UE nei paesi terzi 5
Programmi semplici per le turbative di mercato/ulteriore invito a presentare proposte                                                       5
 
PROGRAMMI MULTIPLI 84,4
Programmi multipli nel mercato interno             40,2
Programmi per prodotti biologici 13
Programmi di sensibilizzazione in merito all’agricoltura sostenibile e al benessere degli animali nell’UE 14
Programmi per prodotti ortofrutticoli freschi 9
Programmi relativi ai regimi di qualità dell’UE (prodotti biologici, indicazioni geografiche, logo “regioni ultraperiferiche”) OPPURE programmi intesi a mettere in luce le caratteristiche salienti dei metodi di produzione agricola nell’Unione (sicurezza alimentare, tracciabilità, autenticità, etichettatura, aspetti nutrizionali e sanitari, benessere degli animali…) e le caratteristiche dei prodotti dell’UE per quanto riguarda la qualità, il gusto, la diversità o le tradizioni 4,2
Programmi multipli nei paesi terzi                    39,2
Programmi in qualsiasi area geografica al di fuori dell’UE 29,2
Programmi per prodotti biologici e sostenibili dell’UE nei paesi terzi 10
Programmi multipli per le turbative di mercato/ulteriore invito a presentare proposte                                                       5
Iniziative proprie della Commissione                         9
Altre azioni e spese (periti, traduzioni) 0,5
Totale azioni di promozione                               185,9