Tetra Pak premiata per la trasparenza sulle foreste

166
Gilles Tisserand, Vice President Climate & Biodiversity di Tetra Pak

L’organizzazione ambientale globale no-profit CDP ha inserito Tetra Pak nella sua “A List” annuale per la leadership in materia di trasparenza aziendale e di performance nella categoria Forests.

Secondo i dati raccolti attraverso i questionari Forests 2023 di CDP, Tetra Pak rientra tra il 2% delle aziende che hanno ottenuto un punteggio “A” tra oltre 21.000 società valutate. L’azienda ha inoltre fornito informazioni per le categorie Climate Change e, per la prima volta, Water Security. L’attribuzione del rating “A” in entrambe le sezioni ha consolidato ancora una volta Tetra Pak nella classe “leadership” di CDP, in quanto unico player del settore degli imballaggi in cartone a riuscirci.

I commenti

Gilles Tisserand, Vice President Climate & Biodiversity di Tetra Pak, ha commentato: “Ci basiamo sulla disponibilità degli elementi in natura per garantire la nostra sopravvivenza: dall’aria all’acqua pulita fino ai beni comuni come il cibo. Riteniamo che aziende come Tetra Pak debbano attivarsi con urgenza, sulla base delle attuali tecnologie disponibili, per ridurre l’impatto della propria catena del valore.

Il nostro approccio alla natura è strettamente legato alle nostre ambizioni in materia di clima, circolarità, sostenibilità sociale e sistemi alimentari. Per raggiungere questo obiettivo sono necessari alcuni aspetti che consentano all’intera azienda di agire, tra cui le risorse e i processi, ad esempio lo sviluppo delle competenze, il monitoraggio, la rendicontazione e la divulgazione. In linea con i nostri sforzi per essere all’avanguardia nella trasparenza aziendale, siamo estremamente soddisfatti di essere stati inclusi nella “CDP Forests A List” per l’ottavo anno consecutivo, nonché di essere l’unica azienda del settore degli imballaggi in cartone a rientrare nella classe “leadership” di quest’anno in tutte le aree di divulgazione del CDP”.

Per Sherry Madera, CEO di CDP, “Ottenere un posto nella Lista A non significa solo ottenere un punteggio. È un’indicazione di dati completi e di alta qualità che fornisce alle aziende una visione olistica del loro impatto ambientale, serve come base per i piani di transizione e, un aspetto fondamentale, consente loro di portare avanti le ambizioni dichiarate. Poiché CDP migliora continuamente ciò che costituisce la leadership ambientale, il lavoro di ogni azienda deve essere premiato, ma non è mai concluso. L’ambizione delle imprese deve essere quella di intensificare le azioni a favore del clima e della salvaguardia dell’ambiente. Questo aspetto non è mai stato così fondamentale”.

La valutazione delle aziende

CDP utilizza una metodologia dettagliata e indipendente per valutare le aziende, assegnando un punteggio da A a D, in base a: completezza della divulgazione; consapevolezza e gestione dei rischi ambientali; dimostrazione delle migliori pratiche associate alla leadership ambientale, come la definizione di obiettivi ambiziosi e significativi. Quelle che non hanno divulgato o hanno fornito informazioni insufficienti sono contrassegnate da una F.

CDP assegna il punteggio per le foreste in base a quattro prodotti: legname, prodotti di origine animale, soia e olio di palma. Per entrare a far parte della Forests A List, le aziende devono ottenere un punteggio A su almeno uno di questi beni a rischio forestale.