Un caseificio sperimentale a supporto del Metodo M&B

0
212

 

I SOCI FONDATORI DI MEDITERRANEA BIOTECNOLOGIE, ROBERTO GAGLIARDI (A DESTRA NELLA FOTO SOTTO) ED ENRICO BIRASCHI (A SINISTRA), RACCONTANO LE NUOVE STRATEGIE AZIENDALI.

 

 

Lo scorso anno parlammo dei vent’anni di storia di Mediterranea Biotecnologie. Ai fondatori abbiamo chiesto di anticiparci le nuove strategie che avevano preannunciato: «Siamo convinti che le strategie aziendali siano sempre figlie delle esperienze, quelle che in questi vent’anni abbiamo cumulato trasformando i nostri successi in stimoli ulteriori per accrescere la passione per il nostro lavoro. Questo è il motore che muove il sistema a ciclo continuo delle nostre strategie di sviluppo. Siamo sempre più consapevoli delle nostre potenzialità, e conoscendo i mercati sotto diversi punti di vista progettiamo il futuro con un approccio chiaro e definito che abbiamo volutamente chiamato Metodo M&B. Questo metodo è la concretizzazione della propensione di Mediterranea Biotecnologie all’innovazione e di tutto ciò che ci contraddistingue».

l Metodo M&B sembra un sistema completo d’offerta. È un nuovo modo di proporre prodotti e servizi?

Il Metodo M&B riguarda l’integrazione di tutte le attività aziendali. Il sistema d’offerta ne è una parte importante, la sintesi finale del nostro Metodo. La nostra struttura commerciale raccoglie le necessità dei diversi mercati, quindi la struttura tecnica le rielabora e le trasferisce all’interno dell’azienda per attivarne gli aspetti gestionali e valutare le opportunità di business. Il sistema d’offerta gestisce quindi in maniera completa i fabbisogni, in termini di ricerca e commerciali, per poi tornare al mercato con un sistema di offerta completo e dedicato. Conoscere le specificità e le esigenze di molti mercati esteri, per esempio, contribuisce a portare continua circolarità al Metodo, di conseguenza al sistema d’offerta.

“Innoviamo, testiamo e garantiamo” sintetizza l’innovazione dei vostri processi produttivi, di ricerca e sviluppo e commerciali. Come fondete queste attività generando un metodo?

Abbiamo realizzato flussi operativi in grado di dare circolarità alle informazioni, risalto alle competenze e alle esperienze. Abbiamo tenuto sempre in considerazione gli obiettivi, i bisogni e le esperienze scaturite dalle relazioni con i nostri clienti e i mercati. “Innoviamo, testiamo e garantiamo” sono la sintesi della nostra strategia aziendale. Per questo non parliamo più di reparti aziendali, ma del Metodo M&B e della sua capacità di autogenerarsi, integrarsi alla struttura aziendale mettendo in primo piano l’innovazione. Da qui è nata l’idea di investire nella realizzazione di un caseificio sperimentale, oggi già operativo e installato presso l’ITAeG San Pardo di Larino (CB), a pochi chilometri dalla nostra azienda.

Investire in un caseificio sperimentale significa porre la sperimentazione al primo posto. Qual è stata la spinta per una scelta così coraggiosa?

Nel caseificio sperimentale confluiscono e si confrontano le nostre esperienze e prendono forma le strategie future attraverso l’attuazione di preci- se attività operative: la formazione del personale tecnico; la formazione dei tecnici dei nostri distributori esteri; gli scambi culturali fra le competenze aziendali; lo sviluppo dei processi produttivi dei clienti; le attività di ottimizzazione per lo sviluppo dei prodotti. Nel progetto del caseificio le attività di formazione e sviluppo, le fasi di test e simulazioni di produzione trovano un luogo in cui attivarsi e confrontarsi, generando una sintesi perfetta tra qualità del lavoro e sistema d’offerta.

Pensate di testare i vostri prodotti nel caseificio sperimentale?

Certamente. Il caseificio è stato implementato per dare impulso e circolarità allo sviluppo, quindi anche ai prodotti e all’intero sistema d’offerta. Siamo certi che le attività che svolgeremo al suo interno potranno facilitare la divulgazione del nostro modo di fare impresa nel contesto internazionale in cui operiamo. Abbiamo la necessità di generare coerenza e di portare in tutti i Paesi in cui siamo e saremo presenti il nostro modello, garantendo la flessibilità e la specificità che ci contraddistinguono. Nel caseificio possiamo testare i nostri prodotti simulando differenti condizioni di produzione, ma possiamo anche determinare, partendo dalle condizioni di produzione riprodotte, quali possono essere i più adatti a esaltare le performance. Ecco come prende corpo il concetto “garantiamo” espresso nella sintesi del nostro metodo.

Nuovi investimenti, metodi di lavoro e strategie: quali benefici vi aspettate nel medio e lungo termine?

L’investimento che abbiamo sostenuto per realizzare il caseificio sperimentale esprime la necessità di costituire un luogo, il più adatto e concreto rispetto al business, in cui far convergere gli stimoli, gli scambi e le competenze. Nel prossimo futuro pensiamo di accelerare la circolarità delle esperienze sia nel sistema aziendale sia nel programma di internazionalizzazione, arrivando a consolidare con coerenza il nostro modello con il network dei partner internazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here