Per l’Italia sono necessari regolamento etichettatura e revisione strumenti contro le crisi

Nel corso del Consiglio europeo Agrifish di ieri il ministro Maurizio Martina è intervenuto sulla situazione del mercato del latte.Dopo aver riconosciuto lo sforzo della Commissione, a seguito della proposta italiana, per la rateizzazione del prelievo per l’ultima campagna, Martina ha sottolineato come «ora sia necessario compiere concretamente altri passi importanti. In particolare occorre accelerare l’adozione del regolamento 1169 in modo da prevedere un sistema di etichettatura del latte che contenga l’indicazione della provenienza della materia prima. È poi urgente rivedere l’attuale impianto degli strumenti di gestione delle crisi – ha aggiunto il ministro – lo strumento di stabilizzazione del reddito, attivabile nello sviluppo rurale, potenzialmente molto interessante, non potrà infatti mai decollare se prima non si rimuove il vincolo del 30% del calo di reddito aziendale, poiché non si può aspettare una riduzione simile prima di poter intervenire. Bene infine i due interventi annunciati dal commissario Hogan che verranno presentati lunedì prossimo con la Banca europea degli investimenti: accesso al credito dedicato al settore lattiero e azioni di sostegno alla promozione del settore. Su tutti questi punti è necessario che la commissione sviluppi presto una agenda d’impegno chiara a partire proprio dalle prossime settimane».

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151