Recupero di sieroalbumina bovina

Isolamento di BSA da siero di latte mediante cromatografia di affinità

di T. Besselink et al. Laboratory of Food Process Engineering, Wageningen University, Olanda (pp. 32-37)

È stato studiato l’adsorbimento di sieroalbumina bovina (BSA) a una resina cromatografica con immobilizzati frammenti di anticorpi Llama come ligandi di affinità. La massima capacità di adsorbimento della resina era 21.6 mg/mL con una costante di equilibrio Langmuir di 20,4 mg/mg. Usando un substrato cromatografico impaccato, è stata adsorbita BSA a partire da soluzioni di BSA pure. Il recupero si otteneva mediante desorbimento a pH 3. In esperimenti con una concentrazione iniziale di BSA di 1 mg/mL e 0,1 mg/mL, la BSA poteva essere concentrata fino a 6,9 e 7,7 mg/mL, rispettivamente. La BSA era isolata anche da siero di latte bovino filtrato contenente meno di 0,1 mg/mL BSA e in questo caso era concentrata a 7,4 mg/mL. La presenza di altre componenti nella materia prima non ha alterato la capacità di adsorbimento della resina di affinità. I risultati ottenuti indicano che utilizzando la cromatografia di affinità si può ottenere un elevato recupero unitamente a una elevata purezza di BSA.
Bibliografia
International Dairy Journal, feb. 2015, vol.41. doi:10.1016/j.idairyj.2014.09.004

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151