Aggiornamento mercati 16-10-2019

0
143
Fonte: European Milk Market Observatory

Stando all’ultimo European Milk Market Observatory, i prezzi UE di SMP sono nuovamente aumentati, raggiungendo quota 230 €/100 kg (settimana 41) mentre quelli del burro si sono stabilizzati a 267 €/100 kg. In agosto la produzione di latte australiana è diminuita del 5,9% rispetto alla campagna 2018/19 e del 6,9% in luglio-agosto rispetto al 2018/19; è andata meglio per gli Stati Uniti che a luglio erano praticamente agli stessi livelli dell’anno scorso (+ 0,1% gennaio-agosto). Tendenza positiva per la produzione di latte in Nuova Zelanda: +2,8% a giugno-agosto rispetto alla campagna 2018/19.

Considerando le quotazioni di burro, latte scremato in polvere e cheddar, l’UE è più competitiva degli Stati Uniti e dell’Oceania. Ottime le esportazioni comunitarie di burro, latte scremato in polvere e formaggi che nel periodo gennaio-agosto 2019 sono cresciute rispettivamente del 23%, 29% e 3%. Di rilievo il rialzo del 61% e 81% che l’export comunitario di SMP ha registrato in Cina e Indonesia in agosto. E proprio la forte domanda cinese ha galvanizzato quest’anno anche le esportazioni neozelandesi di SMP e WMP (+13%).

I primi 3 Paesi terzi importatori di formaggi sono: Giappone, Russia e Stati Uniti.

I costi dell’alimentazione animale sono aumentati dello 0,3% mentre quelli energetici sono calati dello 0,5% nella settimana 41 rispetto alle 4 settimane precedenti.

Sempre stabile ad alti livelli il prezzo del latte spot italiano (45,0 c/kg).

GDT: quotazioni in rialzo o stabili per tutti i derivati lattieri, a eccezione di cheddar (-2,2%) e burro (-0,4%) nell’ultima asta (15/10).

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here