Ambrosi SpA: esce Emmi ed entra Lactalis che ne diventa la padrona

0
383

Emmi ha venduto la sua partecipazione del 25% in Ambrosi SpA. I due player hanno accettato l’offerta di acquisto di tale quota avanzata da Lactalis che si è assicurata il possesso pure del rimanente 75% delle quote, rilevate direttamente da Ambrosi

 

La svizzera Emmi ha ceduto la quota del 25% che deteneva in Ambrosi SpA. La partecipazione, acquisita nel 2007, era finalizzata al raggiungimento di una crescita internazionale congiunta in alcuni Paesi nel segmento dei formaggi speciali e premium. Entrambi i partner hanno ora strutture proprie al di fuori del mercato nazionale e sono ben posizionati per la crescita futura.

“I classici formaggi italiani come il Parmigiano Reggiano e il Grana Padano ben integravano la nostra gamma di specialità casearie svizzere di alta qualità, ma ora non rientrano più nella nostra gamma principale”, spiega Urs Riedener, CEO di Emmi. “La vendita riflette anche il nostro allineamento strategico su marchi e comparti redditizi come le bevande pronte al caffè, formaggi di specialità, dessert e alternative vegetali al latte”.

Ma non è finita qui. Gli azionisti di maggioranza di Ambrosi ed Emmi hanno accettato l’offerta di acquisto del Gruppo Lactalis. Il completamento dell’operazione è subordinato all’approvazione delle autorità garanti della concorrenza. Le parti hanno convenuto di non rivelare il prezzo della transazione.

Passa di mano anche il resto di Ambrosi

Oltre a rilevare il pacchetto del 25% di Emmi, il gruppo Lactalis ha siglato con Ambrosi SpA un accordo di cessione dell’intero capitale. L’accordo è subordinato alle autorizzazioni da parte delle autorità competenti previste per legge. Il Gruppo Ambrosi opera con oltre 430 collaboratori, a fronte di un fatturato di circa 420 milioni di euro. E’ specializzato nella produzione e distribuzione di Grana Padano e Parmigiano Reggiano. Lactalis già opera nel comparto dei formaggi italiani a pasta granulosa tramite la controllata Nuova Castelli.

Per Giuseppe Ambrosi, presidente e amministratore delegato di Ambrosi SpA: “Dopo 80 anni di storia e di successi che hanno permesso al Gruppo Ambrosi di sviluppare le vendite dei propri formaggi in Italia e nel mondo, con una presenza in oltre 50 Paesi, abbiamo scelto un’altra impresa familiare, affidando a Lactalis lo sviluppo futuro dei formaggi Ambrosi. Questa scelta rappresenta la migliore garanzia di successo per i dipendenti del nostro gruppo e per i nostri prodotti: prova di ciò è quello che Lactalis è riuscita a realizzare con la crescita del mercato della mozzarella. Lactalis ha dimostrato di saper coniugare il rispetto delle tradizioni con lo sviluppo dei brand.”