Nutrizione

Composizione lipidica del formaggio

0
1085

Scopo di questo studio randomizzato, in doppio cieco, incrociato su volontari normolipemici indagare l’effetto del consumo di un formaggio sperimentale (da vacche alimentate con insilato di erba e mais con aggiunta del 5% di olio di lino) o un formaggio di controllo (senza olio di lino) sui lipidi plasmatici e sul contenuto di acidi grassi delle frazioni lipidiche del siero.

Un minor contenuto in acidi grassi saturi a media catena e un elevato contenuto di acido stearico e acidi grassi polinsaturi sono stati trovati nel formaggio sperimentale; il suo consumo ha consentito di limitare la concentrazione ematica maggiore di acidi grassi aterogenici, senza influenzare il contenuto di acidi grassi delle frazioni lipidiche del siero. I risultati ottenuti indicano la possibilità di ottimizzare il valore nutrizionale dei prodotti caseari per migliorarne gli effetti benefici per la salute.

Bibliografia

F. Intorre et al., National Institute for Research on Food and Nutrition, Roma (p. 185-193); International Journal of Food Sciences and Nutrition, vol. 64, n. 2 (2013)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here