Granarolo pubblica il bilancio di sostenibilità 2019

0
182

Meno energia, meno acqua, meno emissioni, meno diserbanti, meno farmaci, meno sprechi, più diritti per chi lavora, più trasparenza sull’origine, meno plastica, passando per una remunerazione decorosa del lavoro dell’imprenditore agricolo. Su questi principi si basa il percorso avviato da Granarolo per rafforzare la sostenibilità della propria filiera del latte. I progressi sono rendicontati in un documento articolato e che si confronta con promesse fatte, risultati raggiunti e nuove sfide, guardando agli indicatori del GRI Standard.

Consapevole dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e dell’urgenza di decisioni importanti da parte delle aziende agro-alimentari e delle istituzioni, attraverso interventi sistemici sulle filiere produttive, già dallo scorso anno Granarolo ha definito 3 obiettivi

L’impegno del Green Deal

“Il Piano di Sostenibilità verrà integrato nei prossimi mesi anche alla luce dei drastici cambiamenti di scenario dettati dalla recente emergenza sanitaria. Non accadeva dal Dopoguerra – spiaga Gianpiero Calzolari, presidente di Granarolo –, ma nel frangente del lockdown gli agricoltori sono stati definiti categoria fondamentale. Troppe volte sfugge all’opinione pubblica che se non ci fosse chi coltiva e chi alleva non ci sarebbe il cibo, e di cibo ce n’è bisogno e ce ne sarà ancora di più se la popolazione del mondo è destinata a crescere fino a superare i nove miliardi e settecentomila persone entro il 2050. La Comunità europea guidata da Ursula Von der Leyen sta implementando le nuove strategie di crescita sostenibile attraverso il Green Deal europeo. Si tratta di una serie di misure per rendere meno dannosi per l’ambiente la produzione e il consumo di materie prime e di energia e rendere più sostenibile lo stile di vita dei cittadini europei. Granarolo ha da tempo messo tra le proprie priorità i temi legati alla sostenibilità, rendicontando in modo puntuale i risultati già perseguiti e gli obiettivi in divenire. Dovremo dimostrare tutti di essere capaci di produrre impattando meno possibile, nel rispetto della natura e degli animali che alleviamo, sprecando di meno, utilizzando meno chimica e meno farmaci, riducendo le nostre emissioni, garantendo nel contempo la nostra ineguagliabile sicurezza alimentare e la preziosa qualità dei nostri prodotti, del nostro latte, dei nostri formaggi e di quel tesoro che è il cibo italiano”.

Rinnovato il sito

Partendo da questo impegno, il nuovo sito corporate (www.gruppogranarolo.it), disponibile anche in versione inglese (www.granarologroup.com) è stato riprogettato per mettere al centro e dare maggior risalto all’impegno e alle tematiche legate alla sostenibilità del gruppo attraverso una piattaforma dinamica e responsive, offrendo una modalità di navigazione più facile e migliorando la user experience, indipendentemente dal dispositivo utilizzato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here