I sei “ingredienti” della trasformazione digitale

0
66

La Smart Food Factory promette molti vantaggi, ma come ci si arriva? Quali tecnologie possono essere utilizzate oggi in modo redditizio?

La Smart Food Factory arriva. Non con una grande rivoluzione, ma a tanti piccoli passi che numerose aziende stanno compiendo o si apprestano a compiere. In un’azienda alimentare moderna, infatti, sempre più spesso vi sono impianti automatizzati, dipendenti con terminali mobili e magazzini organizzati automaticamente. In futuro i robot industriali svolgeranno compiti di importanza sempre maggiore e anche i sensori, la base della produzione in rete, funzioneranno meglio. Attraverso una digitalizzazione costante, gli obiettivi principali per il futuro, ovvero flessibilità, trasparenza completa, servizio al cliente ed efficienza, saranno all’altezza delle sfide. Le possibilità della Smart Food Factory sono immense, ma non esiste ancora un metodo di implementazione unico e vincolante. Questo rende più complessa la scelta degli elementi necessari, ma al contempo concede una maggiore libertà d’azione sfruttabile per l’ottimizzazione dei processi.

Qual è la ricetta per il successo della digitalizzazione? In quale modo la fabbrica intelligente può diventare realtà? Una risposta viene da CSB-System, che fa suo il motto “Think big, start small”. Gli attuali esempi di successo mostrano che non è necessaria una strategia elaborata nel più piccolo dettaglio. Piuttosto, meglio migliorare passo per passo processi, metodi e tecnologie esistenti. Piccoli progetti pilota consentono l’acquisizione di capacità ed esperienza. In questo modo si favorisce la creazione di un’infrastruttura tecnica idonea e la si amplia a mano a mano fino alla Smart Factory.

Per la realizzazione della Smart Factory, CSB-System suggerisce sei ingredienti: sistema ERP, cuore pulsante della Smart Food Factory; pianificazione, per produrre in modo economicamente vantaggioso; soluzioni per l’automazione come nastri trasportatori e macchine intelligenti; elaborazione industriale delle immagini (la fabbrica impara a vedere); quadri di controllo, per l’utilizzo mirato dei dati delle macchine; web & cloud app, anello di congiunzione tra produzione e management.

Il sistema ERP

Nella fabbrica intelligente i dati prodotti da processi, macchine e risorse umane acquisiscono importanza solo se riescono a fornire agli utenti informazioni rilevanti ai fini decisionali. Lo scopo centrale della Smart Food Factory è far procedere in modo automatizzato il maggiore numero possibile di processi. L’intervento manuale deve aver luogo solo in caso di guasti o modifiche nello svolgimento del processo. In quanto cuore pulsante della fabbrica intelligente, il sistema ERP collega in rete in tempo reale l’intera infrastruttura tecnologica. Per cui rispetto a uno stabilimento produttivo convenzionale, la Smart Factory assicura processi più rapidi dall’ordine alla produzione, dalla logistica alla messa a disposizione sugli scaffali, offre più assortimento ai costi di una produzione in massa, fornisce prodotti personalizzati.

L’ERP non supporta solo i classici processi come la gestione dei costi e delle ricette, la pianificazione di vendite e produzione, la gestione della qualità e la rintracciabilità, ma organizza anche il flusso delle informazioni tra sedi, dipendenti, macchine, fornitori e clienti coinvolti nel processo. All’interno della fabbrica scandisce i processi in modo ottimale e garantisce l’integrazione verticale e orizzontale dei sistemi coinvolti, gestendo le interfacce con i partner upstream e downstream e gli altri stabilimenti dell’azienda.

Pianificazione anticipata

La capacità di reagire immediatamente alle variazioni degli ordini di produzione è una delle sfide più grandi che l’industria dovrà affrontare negli anni a venire. Grazie al suo modulo per la pianificazione della produzione, CSB-System offre l’integrazione tra produzione, magazzino e acquisti offrendo tutti i dati necessari in tempo reale. Gli aggiornamenti dovuti a cambiamenti delle specifiche si possono avviare senza intervento di un operatore, ed è possibile accelerare le decisioni grazie alla disponibilità di informazioni aggregate. Di ciò si avvantaggia il reparto acquisti, per esempio, che grazie alla pianificazione supportata da IT può armonizzare le quantità di materie prime che fluttuano in base alle stagioni con il fabbisogno di quelle vincolate alle vendite.

Soluzioni per l’automazione

Il potenziale maggiore si trova al momento nell’intralogistica. Tecnologie come gli impianti di produzione e confezionamento, i sistemi di preparazione ordini parzialmente automatizzati, gli impianti di smistamento e i magazzini a scaffalature per pallet o singole casse forniscono soluzioni pratiche per rispondere a richieste quali l’incremento degli assortimenti, l’oscillazione delle vendite e i cicli brevi ordini-consegne. Soprattutto in presenza di margini ridotti o di un’elevata pressione sui prezzi, l’automazione collegata in rete di produzione, confezionamento, stoccaggio e preparazione aiuta a ridurre i costi e a migliorare la competitività.

Gli ambiti di applicazione del riconoscimento automatico delle immagini sono molteplici. Nell’assicurazione della qualità, per esempio, il riconoscimento automatico delle immagini consente “dichiarazioni positive o negative” o riconosce deformazioni e corpi estranei. Il tutto senza contatto. Oppure in entrata merci, dove le materie prime possono essere classificate direttamente secondo gli scopi d’uso per trasportarle nel giusto magazzino. Ma anche in uscita merci, nel riconoscimento delle confezioni, per inserire in modo rapido il contenitore a rendere che torna indietro: identificare, pagare, documentare.

Quadri di controllo

L’allestimento di impianti con sensori e connettività consente una manutenzione attenta di processi e macchine. Anche i parametri dei processi upstream devono essere inseriti, aggregati e analizzati per rilevare i dati sull’attività e lo stato di singole macchine, per esempio, i processi o le fasi della produzione. I lavori di manutenzione si possono quindi realizzare per tempo e secondo i piani, evitando costosi tempi di inattività. CSB-System mette a disposizione i dati sullo stato delle macchine, sui consumi o sui guasti attraverso dispositivi diversi sia sulle macchine sia in ufficio. In questo modo operatori e management sono supportati da analisi integrate e beneficiano di un’analisi complessiva degli impianti (OEE) comprensiva di documentazione in tempo reale.

Web & cloud app

La disponibilità decentralizzata di informazioni rilevanti sul flusso continuo dei dati è un fattore di successo nella produzione alimentare. CSB-System mette a disposizione dei suoi clienti app basate su web & cloud per monitorare e gestire l’intero processo produttivo e fornire su pc, tablet o smartphone dashboard per gli indici finanziari, dati sulle vendite o KPI della produzione. Gli studi confermano che l’accesso mobile alle statistiche è una richiesta centrale del management all’IT. Le moderne web-app stanno diventando sempre più ausili digitali per il management, consentendo la trasparenza dei dati in forma personalizzabile e ottimizzata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here