Latte fermentato bulgaro verso la DOP

405

 

La GUUE C 123 del 5.4.2023 pubblica la domanda di registrazione a Dop del bulgaro Bulgarsko kiselo mlyako.

Si tratta di un prodotto lattiero-caseario fermentato ottenuto da latte crudo di pecora, vacca, bufala, capra, o una miscela di questi tipi di latte, prodotto in Bulgaria con l’aggiunta di uno starter simbiotico costituito dai batteri Lactobacillicus delbrueckii sottospecie bulgaricus e Streptococcus thermophilus.

Bulgarsko kiselo mlyako presenta un’acidità più elevata rispetto ad altri prodotti simili e una consistenza omogenea e cremosa.

Il prodotto finito contiene batteri acido-lattici vivi:

Lactobacillus delbrueckii sottospecie bulgaricus – 1.0×107 ufc/g (tolleranza 1,0×106 ufc/g);
Streptococcus thermophilus – 1.0×108 ufc/g (tolleranza– 1.0×107 ufc/g).

I valori rappresentano il contenuto minimo obbligatorio dei due batteri che deve essere presente fino al termine della durata di conservazione del prodotto. L’elevato contenuto di batteri lattici vivi lo distingue da altri prodotti simili.

Acidità in gradi Thörner (°T): da 90,0 a 150,0.

Tutte le fasi del processo di produzione del Bulgarsko kiselo mlyako hanno luogo sull’intero territorio della Repubblica di Bulgaria.

 

Aggiornamento del 25 luglio 2023

Il regolamento di esecuzione (UE) 2023/1531 della Commissione del 18 luglio 2023 (GUUE L 186 del 25.7.2023) ha iscritto il prodotto tra le DOP comunitarie.