Prestigiosa collaborazione per gli standard di settore

0
930
Jeffrey Moore (USP) e Jaap Evers (IDF) suggellano l'intesa
Jeffrey Moore (USP) e Jaap Evers (IDF) suggellano l’intesa

The U.S. Pharmacopeial Convention (USP) e la Federazione Internazionale di latteria (IDF) hanno siglato un memorandum d’intesa per collaborare allo sviluppo, all’identificazione, all’elaborazione e alla diffusione di standard scientifici, a livello internazionale, al fine di promuovere la sicurezza, la qualità e l’integrità degli ingredienti lattieri.

«La disponibilità di cibo sano e nutriente è una delle esigenze più importanti degli esseri umani, indipendentemente da sesso, età, razza e nazionalità. Gli ingredienti lattieri sono importanti da una prospettiva scientifica globale e in termini di salute pubblica, grazie al loro valore nutritivo e al loro utilizzo diffuso nella catena alimentare» – ha osservato Jeffrey Moore, Ph.D., direttore scientifico del programma alimentare dell’USP. Nella maggior parte del mondo, il latte e gli ingredienti lattieri sono considerati alimenti nutrienti e come tali valutati dal mercato. Nel 2014 la produzione di latte globale ha superato gli 800 milioni di tonnellate e dovrebbe arrivare a 1 miliardo di tonnellate entro il 2025, secondo l’IDF.

«Il previsto aumento della domanda di prodotti lattiero-caseari sicuri e sostenibili sarà una sfida importante per il futuro. E il quadro normativo dovrebbe evolvere di conseguenza – ha dichiarato Nico van Belzen, Ph.D., direttore generale di IDF. – L’armonizzazione globale degli standard sarà l’elemento cardine di quadri normativi in continua evoluzione». In particolare, l’USP e la IDF svilupperanno assieme nuovi standard e linee guida per gli ingredienti lattieri e sottoporranno a revisione taluni standard già esistenti. Le organizzazioni hanno inoltre concordato di collaborare per presentare norme armonizzate a organizzazioni intergovernative, come il Codex Alimentarius.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here