Progettare il made in Italy

0
692
Polivalenti, maturatori/drenatori automatici e sistema di trasporto cagliata

È lo scopo di Tecnolat, che realizza apparecchiature, macchine e impianti completi per il settore lattiero-caseario, automatizzati in conformità con Industry 4.0.

 

Azienda italiana nata nel 1992, Tecnolat è per i suoi clienti “sinonimo di qualità ed efficienza”, dice Carmine Mari, presidente del consiglio d’amministrazione. “Grazie all’esperienza maturata nel corso degli anni, a un team di professionisti in continuo aggiornamento e formazione e all’expertise tutta italiana, siamo riusciti ad affermarci sul mercato alimentare, e lattiero-caseario in particolare, e a specializzarci nella progettazione e nella realizzazione di apparecchiature, macchine e impianti completi”.

Certificata ISO 9001-2015 e ISO 14000-2015, Tecnolat trae la sua forza anche dal tessuto industriale campano, da sempre legato al mondo food, dove opera su un’ampia superficie: 5000 m2 coperti, 7000 m2 scoperti, 1200 m2 di uffici. “Anno dopo anno, grazie all’attenzione rivolta all’innovazione e alle moderne tecnologie, abbiamo guadagnato posizioni anche sul mercato internazionale”, prosegue Carmine Mari. “Oggi siamo in grado di sostenere il cliente in tutte le fasi di lavoro: dalla progettazione alla realizzazione dell’impianto più idoneo e performante in termini di produttività, assistenza compresa”.

Nel territorio campano, Tecnolat è situata su un’area di 5000 mq coperti, 7000 mq scoperti, 1200 mq uffici

Soluzioni “chiavi in mano”

Il made in Italy è un asset fondamentale di un sistema economico orientato a incrementare l’export, e molto spesso ha uno stretto radicamento con il territorio in cui opera un’azienda. I termini per definirlo esattamente sono da ricercare nei processi di creazione, produzione e ricerca attraverso i quali si realizzano prodotti di qualità. Per questi motivi, Tecnolat tiene molto alla sua identità made in Italy, anche perché le ha permesso di ottenere una brand reputation internazionale.

Il core business dell’azienda è la realizzazione di impianti completi “chiavi in mano”, completi di tutti i sistemi di gestione e automazione Industry 4.0: dal ricevimento del latte al controllo dell’intero processo di produzione fino agli impianti di lavaggio CIP di varie portate, destinati alla sanificazione delle superfici interne interessate al trattamento del latte e del prodotto. Tutte le macchine e gli impianti sono progettati in un’ottica di rispetto ambientale. Accanto al concetto di efficienza energetica, Tecnolat propugna infatti l’importanza di un uso sostenibile dell’energia. Perché efficienza energetica e sostenibilità devono procedere insieme.

Pastorizzatori certificati

L’esperienza maturata in trent’anni e la profonda conoscenza delle esigenze e delle problematiche che affronta e deve risolvere un’azienda lattiero-casearia sono i punti di forza di Tecnolat, che da sempre lavora per risolvere e prevenire le complessità quotidiane di produzione e per agevolare l’operatività del cliente. Per il suo team di ingegneri e progettisti, infatti, la parola d’ordine è “ottimizzazione”. Tutti gli impianti possono essere realizzati secondo l’ottica Industry 4.0, attraverso un percorso di innovazione e digitalizzazione che prevede l’adozione di moderne soluzioni digitali in grado di ridurre l’errore umano e allo stesso tempo aumentare la produttività e migliorare la qualità dei prodotti.

La gamma di pastorizzatori Tecnolat, per esempio, prevede modelli conformi alle normative europee e statunitensi (PMO). Progettati per ottimizzare i consumi energetici riducendoli al minimo, sono disponibili in diverse configurazioni per portate di prodotto da 150 a 50.000 l/h. Per soddisfare tutte le esigenze applicative, le varie versioni possono essere corredate di separatore centrifugo, titolatore automatico, omogeneizzatore.

Impianti completi per latte e formaggi

Nel corso degli anni Tecnolat è stata in grado di installare impianti completi per la produzione di latte alimentare, ESL e UHT in Italia e nel mondo. Ridurre al minimo le perdite di grasso nel siero, la formazione di “fini” e il deposito di prodotto sul fondo, con conseguente aumento della resa, è la forza della polivalente a “doppio O”. Le lame, frutto di lunghi studi e collaborazioni con aziende specializzate, permettono di ottenere un taglio netto anche a basse velocità. Il fondo a doppia conicità è dotato di due valvole di scarico pneumatiche a pistone. I maturatori/drenatori permettono la gestione automatizzata della fase di maturazione e del taglio in blocchi della cagliata e del drenaggio del siero. L’abbinamento con le polivalenti PDO garantisce una linea di pasta filata a elevato grado di igienicità e allo stesso tempo una maggiore shelf life e qualità del prodotto finale.

Le linee Tecnolat per la produzione di ricotta sono disponibili in diverse configurazioni

Linee per burrata e flocculatori

Oltre alla lavorazione di latte e formaggi, Tecnolat pensa anche a prodotti come latticini e burrata. Progetta infatti impianti completi per la produzione di ricotta e vanta un’esperienza decennale nella realizzazione di linee per burrata di varie dimensioni, sia automatiche che manuali.

Per la produzione della ricotta su scala industriale sono disponibili linee improntate alla standardizzazione del prodotto finito, la riduzione dei rischi d’inquinamento, l’abbattimento di tempi e costi di lavorazione.

La linea ricotta comprende diverse configurazioni, a seconda delle specifiche esigenze del cliente: dal sistema tradizionale con l’uso di doppiofondo al sistema industriale con flocculatori verticali batch fino alla produzione in continuo mediante flocculatori orizzontali a letto fluido con portata di siero fino a 25.000 l/h, ultimo nato della linea ricotta.