Recupero di sieroalbumina bovina

1537

Isolamento di BSA da siero di latte mediante cromatografia di affinità

di T. Besselink et al. Laboratory of Food Process Engineering, Wageningen University, Olanda (pp. 32-37)

È stato studiato l’adsorbimento di sieroalbumina bovina (BSA) a una resina cromatografica con immobilizzati frammenti di anticorpi Llama come ligandi di affinità. La massima capacità di adsorbimento della resina era 21.6 mg/mL con una costante di equilibrio Langmuir di 20,4 mg/mg. Usando un substrato cromatografico impaccato, è stata adsorbita BSA a partire da soluzioni di BSA pure. Il recupero si otteneva mediante desorbimento a pH 3. In esperimenti con una concentrazione iniziale di BSA di 1 mg/mL e 0,1 mg/mL, la BSA poteva essere concentrata fino a 6,9 e 7,7 mg/mL, rispettivamente. La BSA era isolata anche da siero di latte bovino filtrato contenente meno di 0,1 mg/mL BSA e in questo caso era concentrata a 7,4 mg/mL. La presenza di altre componenti nella materia prima non ha alterato la capacità di adsorbimento della resina di affinità. I risultati ottenuti indicano che utilizzando la cromatografia di affinità si può ottenere un elevato recupero unitamente a una elevata purezza di BSA.
Bibliografia
International Dairy Journal, feb. 2015, vol.41. doi:10.1016/j.idairyj.2014.09.004