Tecnologia casearia

Peptidi biologicamente attivi da latte di capra

Scopo del lavoro l’idrolisi di proteine del latte di capra con subtilisina e tripsina in diversi intervalli di temperatura (45-70° C per subtilisina e 30-55° C per tripsina) e rapporti enzima-substrato (1-5%) per l’ottenimento di peptidi biologicamente attivi.

L’effetto delle variabili d’ingresso sul grado di idrolisi e l’attività ACE-inibitoria (variabili in uscita) è stato modellato con polinomi di secondo ordine, che sono stati in grado di adattare i dati sperimentali con deviazioni inferiori al 10%. I valori massimi di grado di idrolisi e di attività ACEinibitoria sono stati trovati in condizioni di temperatura e rapporto enzima-substrato contrastanti.

Dal momento che tali valori massimi non potevano essere raggiunti contemporaneamente, è stata intrapresa una procedura di ottimizzazione bi-obiettivo, producendo una serie di soluzioni che ponderassero entrambi gli obiettivi.

Bibliografia

F.J. Espejo-Carpio et al., Univ. of Granada (p. 214-222); Journal of dairy research, vol. 80, n. 2 (2013)

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151