Isolamento di potenziali batteri lattici probiotici

0
123

Sono stati isolati, caratterizzati e valutati batteri lattici (LAB) dal latte crudo del Bangladesh in relazione al loro potenziale probiotico, inclusa l’attività antagonista verso Escherichia coli O157:H7, Enterococcus faecalis, Salmonella typhimurium, Salmonella enteritidis e Listeria monocytogenes, la sopravvivenza in succo gastrico simulato, la tolleranza al fenolo e ai sali biliari, l’adesione alle cellule epiteliali dell’ileo, l’auto-e co-aggregazione, l’idrofobicità, l’attività inibitoria dell’α-glucosidasi e i test di sensibilità agli antibiotici. I quattro ceppi di LAB più promettenti (Lactobacillus casei, Lactobacillus plantarum (che ha prodotto plantaricina EF), Lactobacillus fermentum e Lactobacillus paracasei) sono risultati in grado di inibire tutti i patogeni testati a vari gradi e hanno escluso in modo competitivo i patogeni con conteggi vitali da 3,0 a 6,0 log ufc/mL. Batteriocina, acidi organici e sostanze a basso peso molecolare sono stati i principali responsabili dell’attività antimicrobica evidenziata dai quattro ceppi di LAB. Tutti i ceppi sono risultati resistenti all’oxacillina, tre alla vancomicina e alla streptomicina, con indici di resistenza agli antibiotici multipli >0,2. Dopo un’ulteriore valutazione in vivo, questi ceppi LAB potrebbero essere considerati per applicazioni alimentari.

Bibliografia

Caratterizzazione e valutazione di batteri lattici da latte crudo per potenziali proprietà probiotiche di R.C. Reuben et al., Jashore Univ. of Science and Technology e Nasarawa State Polytechnic (p. 1223-1237), Journal of Dairy Science, vol. 103, n. 2 (2020)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here