Promozione prodotti dop e igp in Italia e lotta alla contraffazione su web

Nel corso dell’odierna riunione degli Stati generali delle Indicazioni geografiche italiane, sono state presentate le azioni del Mipaaf per la tutela e la promozione dei prodotti Dop e Igp sul fronte nazionale e internazionale.
La novità

È stato siglato un protocollo d’intesa tra ministero e le associazioni della grande distribuzione organizzata come Federdistribuzione, Ancc-Coop, Ancd-Conad, con l’obiettivo di garantire una migliore informazione dei consumatori e favorire una più facile individuazione dei prodotti Dop e Igp presso i punti vendita.

Tra gli strumenti previsti dall’accordo ci sono:
– incremento degli spazi dedicati ai prodotti DOP/IGP nei punti vendita;
– utilizzo sugli scaffali di segnaletica dedicata alla campagna informativa sulle DOP/IGP;
– campagne informative promozionali svolte in coordinamento tra le aziende delle catene GDO o dalle singole aziende come ad esempio la “settimana delle DOP/IGP”;
– esposizione e distribuzione presso i punti vendita di materiale informativo specifico dedicato ai prodotti a denominazione.

Lotta alla contraffazione su web

Sul fronte della lotta alla contraffazione via web il Ministero delle politiche agricole, attraverso l’Ispettorato repressione frodi (ICQRF), ha chiuso due accordi unici al mondo con i più grandi player dell’ecommerce mondiali come eBay e Alibaba. L’obiettivo raggiunto è quello di garantire ai prodotti DOP e IGP italiani una protezione pari a quella che ricevono i grandi marchi sulla rete. Solo negli ultimi 12 mesi sono stati oltre 300 gli interventi, con un blocco di flussi di vendite di prodotti falsi o Italian sounding per un valore che supera i 60 milioni di euro.

Questo grazie al lavoro dell’Ispettorato repressione frodi del Ministero che individua i falsi, li segnala alle piattaforme di eBay (con il programma VERO) e di Alibaba (con Aliprotect) e dopo le verifiche ottiene la rimozione dei prodotti dagli scaffali virtuali. Dall’inizio della collaborazione con eBay sono stati oltre 200 i venditori bloccati, perché commerciavano finti grana padano, aceto balsamico o vino che di italiano non avevano nulla. Su Alibaba a una settimana dall’avvio della collaborazione sono già state 13 le operazioni a protezione del Parmigiano Reggiano, con blocchi di flussi che potenzialmente potevano arrivare a 5mila tonnellate di fornitura di falso formaggio Dop, quasi la metà della produzione mensile dell’autentico Parmigiano. Sono in corso verifiche ed operazioni anche su falsi Prosecco e Aceto Balsamico di Modena.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Il Latte © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151