Aggiornamento mercati 22-7-2020

0
142

Nei primi 5 mesi del 2020 la raccolta di latte nell’UE-27 è aumentata del +2,0%. Nel medesimo periodo tendenza al rialzo anche per la produzione UE dei derivati lattieri, a eccezione di panna e latte concentrato (WMP +6,9%, burro +1,9%, formaggio +0,9%, SMP +0,6%, latte alimentare +3,3%). L’andamento delle quotazioni comunitarie lattiere delle ultime 4 settimane mostra incrementi per burro (+3,6%, 336 €/100 kg) e cheddar (+1,1%, 307 €/100 kg) e cali per le polveri (SMP: -1,2%, 211 €/100 kg; WMP: -0,1%, 277 €/100 kg).Stabile il prezzo del latte spot italiano nelle ultime settimane: 35,3 c/kg (19 luglio 2020).

I costi di alimentazione animale sono diminuiti del -1,4% e i costi energetici sono aumentati del +1% nella settimana 29 rispetto alle 4 precedenti.

GDT: l’indice generale dei prezzi è sceso dello 0,7%. Nell’ultima asta (21/07) si è rafforzata la quotazione di  WMP (+ 0,6%) e cheddar (+ 0,6%), mentre è calata quella di SMP (-0,5%), lattosio (-2,5%) e burro (-4,9%). Nelle ultime 2 settimane, i prezzi del cheddar hanno volato negli Stati Uniti (raggiungendo il record di 6243 $/t) ma anche in Oceania e nell’UE. In Nuova Zelanda c’è da registrare il cospicuo rafforzamento delle quotazioni di WMP (+15,1%) nelle ultime 2 settimane. Prezzi di burro, WMP e cheddar: l’UE è più competitiva rispetto a Stati Uniti e Oceania. Gli Stati Uniti (19/07) svettano per convenienza dell’SMP.

Fonte: European Milk Market Observatory

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here