Selezione genetica e composizione di acidi grassi del latte

0
559

mucche

Obiettivo dello studio è stato valutare l’ereditabilità di acidi grassi del latte (FA) e la correlazione genetica e fenotipica tra acidi grassi e tratti legati alla produzione di latte in bovine Holstein canadesi. Tra febbraio e giugno 2010 sono stati raccolti individualmente campioni di latte del mattino da 3.185 bovine da latte appartenenti a 52 allevamenti della zona di Valacta (Ste-Annede- Bellevue, Quebec, Canada). Per ogni campione sono state determinate le percentuali dei singoli acidi grassi (g/100 g di FA totali) mediante gascromatografia. I parametri genetici sono stati stimati usando un modello multi-tratto che includeva effetti prefissati di età e fase di lattazione.

Le stime di ereditabilità per singoli FA erano comprese tra 0,01 e 0,39. In generale, gli acidi grassi monoinsaturi (MUFA) e saturi (SFA) presentavano maggiori valori di ereditabilità dei loro corrispettivi polinsaturi (PUFA). Nel complesso, gli SFA hanno mostrato una correlazione genetica negativa con MUFA e PUFA, mentre la correlazione genetica tra MUFA e PUFA era positiva.

Gli acidi grassi saturi presentavano associazioni positive con la resa lipidica e la percentuale di grasso mentre per gli acidi grassi insaturi le associazioni erano negative. La composizione di FA del latte vaccino poteva essere migliorata attraverso la selezione genetica, e la selezione per MUFA o contro SFA poteva modificare il profilo dei grassi del latte nella direzione voluta.

Bibliografia

G. Bilal et al. Department of Animal Science, McGill University, Ste-Anne-de-Bellevue, Quebec, Canada (pp. 1150-6); J Dairy Sci. Febbraio 2014;97(2). doi: 10.3168/jds.2012-6508

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here